Menu Chiudi

Gioco d’azzardo e contenitori usa e getta: approvate due nostre mozioni

matteo-scorcucchi-img

Esprimiamo grande soddisfazione per l’approvazione, da parte del Consiglio Comunale, delle nostre due ultime mozioni.

La prima chiedeva l’attivazione di misure volte a sensibilizzare il territorio sul problema del gioco d’azzardo patologico; la seconda, invece, finalizzata alla rimozione degli oggetti monouso in plastica negli uffici comunali e strutture pubbliche dipendenti, a cui affiancare azioni di informazione per la riduzione dei rifiuti.

Nella prima mozione, che affrontava il problema del gioco d’azzardo, abbiamo ottenuto che il Comune di Cortona applichi delle riduzioni sui tributi comunali agli esercizi commerciali qualora decidano di non avere al loro interno slot machine o videolottery.
Questa misura, fino ad oggi, poteva essere applicata esclusivamente nel centro storico, in base al regolamento che prevede riduzioni solo sulla tariffa per l’occupazione del suolo pubblico. Abbiamo quindi ritenuto opportuno estenderne i benefici a tutto il territorio.

Inoltre verrà anche predisposto, per le vetrine dei locali senza slot, un marchio che riconosca l’impegno sociale e morale di quegli esercenti che rinunciano agli introiti del gioco d’azzardo.
Di primaria importanza sarà anche tutta l’azione di sensibilizzazione al problema che l’amministrazione si è impegnata a fare di concerto con l’ASL e le Istituzioni scolastiche che, seppure già attiva, è assolutamente da intensificare.
La dipendenza da gioco d’azzardo è ormai divenuta una piaga che colpisce un numero elevatissimo di persone. Ad aggravare la situazione contribuisce la scarsa informazione in merito: ogni anno vengono giocati, nel nostro comune, 1650 euro pro-capite su scommesse, slot, videolottery e Gratta e Vinci etc., con un danno economico che si ripercuote sia in termini di spese sociali che di risorse sottratte all’economia reale: posti di lavoro bruciati.
La mozione è stata approvata all’unanimità.

La seconda mozione, invece, puntava l’attenzione sulla questione dell’impatto ambientale della plastica e dell’utilizzo di contenitori usa e getta.
L’inquinamento determinato dalla difficoltà di smaltire le materie plastiche costituisce un’emergenza. I suoi effetti sull’ambiente sono ormai noti: isole di plastica galleggianti nell’oceano, centinaia di specie marine contaminate dalle microplastiche e a rischio di estinzione. A questo si aggiungono i più recenti, e altrettanto preoccupanti risultati di studi che rilevano ormai la presenza di nanoparticelle di plastica nel corpo umano, con danni per la salute ancora difficilmente prevedibili.

Con la nostra mozione abbiamo impegnato l’Amministrazione comunale a eliminare tutti i contenitori usa e getta all’interno degli uffici comunali, allineandosi alla campagna del Ministero dell’Ambiente, che ne ha già disposto la messa al bando da tutti gli uffici ministeriali.
Inoltre sarà avviata dal Comune una campagna di sensibilizzazione per la riduzione della produzione di rifiuti, primo obiettivo da perseguire secondo le direttive europee e le leggi italiane.
La mozione è stata approvata. Ci rammarichiamo per l’uscita dall’aula, al momento del voto, da parte dei consiglieri Meoni e Carini e dell’astensione del gruppo Forza Italia.

Nel corso del Consiglio Comunale il nostro portavoce Matteo Scorcucchi ha presentato anche due interrogazioni.
La prima chiedeva, da parte della Giunta, l’impegno a confrontarsi apertamente anche con le minoranze per la soluzione delle questioni legate alla sicurezza stradale nelle frazioni, visti anche i gravi incidenti che si sono ripetutamente verificati nel territorio di recente.
La seconda interrogazione, invece, richiamava la Giunta all’urgenza di una soluzione riguardo al problema dei cattivi odori degli allevamenti, tema ampiamente dibattuto in estate e altrettanto rapidamente passato nel dimenticatoio già in autunno.
Il regolamento che la Giunta aveva predisposto, mai arrivato in Consiglio Comunale, era a nostro avviso illegittimo da parte del Comune e fortemente lesivo nei confronti delle attività zootecniche presenti nel territorio, che rappresentano, oltretutto, un comparto economico di primaria importanza per Cortona, che produce un’eccellenza alimentare da valorizzare.
È altresì innegabile che il problema vada risolto nell’ottica della coesistenza delle attività produttive con i centri abitati e le strutture ricettive.
La nostra proposta è quella di richiedere alla Regione di stanziare fondi dal PSR destinandoli al benessere animale e agli allevatori che, pur già rispettando le regole, decidano comunque di apportare migliorie alle proprie strutture per limitare l’impatto ambientale e i fastidi generati dai cattivi odori.

“Siamo soddisfatti del risultato ottenuto in Consiglio Comunale” afferma Matteo Scorcucchi, nostro portavoce, che conclude: “Credo che il M5S si dimostri sempre più una forza politica in grado di affrontare i problemi del territorio e trovarne le soluzioni insieme ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *