Menu Chiudi

CHIARA GAGNARLI

chiara-gagnarli

Curriculum Vitae

Chiara Gagnarli, 37 anni, vivo a Cortona in Provincia di Arezzo da circa dieci anni, mamma di due gemelli di nove anni, diplomata al Liceo Classico di Perugia e laureata nel 2007 alla facoltà di Agraria di Perugia in Scienze e tecnologie delle produzioni animali con la votazione di 109/110, ho partecipato a lavori e sperimentazioni che hanno approfondito le tecnologie della riduzione delle emissioni odorigene ed inquinanti nell’ambiente ed al benessere animale.

Prima dell’elezione in parlamento sono stata impiegata come responsabile di ufficio in un’agenzia di rappresentanza, ed ho conseguito l’abilitazione di agente di commercio, ho lavorato come come data entry per una agenzia di promozione finanziaria e sono stata titolare di un’attività di servizi per la promozione pubblicitaria delle aziende.
Dal 2013 ho deciso di concentrare tutto il mio tempo e le mie energie nel ruolo di Portavoce alla camera dei deputati e di componente della commissione agricoltura, qui mi sono occupata di tante questioni che ho tramutato in atti ufficiali che potete leggere sulla pagina della Camera, oltre al lavoro sulle proposte di legge e sugli emendamenti. Malgrado come forza di opposizione siamo riusciti ad ottenere alcuni risultati importanti come l’approvazione della legge per il rilancio della canapa industriale, le istituzioni della CUN per le rilevazioni dei prezzi agricoli, il sostegno a settori considerati ingiustamente minori, per il settore brassicolo abbiamo ottenuto uno stanziamento per la ricerca e il rilancio della coltivazione del luppolo e la definizione di birra artigianale, ci siamo battuti sempre per togliere balzelli inutili e sostenere davvero le piccole medie imprese.
Dichiarazione di intenti
Le motivazioni della mia candidatura sono le stesse del 2013, credere fortemente nel cambiamento ma oggi con la maggiore consapevolezza del potenziale del M5S e con alle spalle la forza di cinque anni di opposizione, anni in cui abbiamo dimostrato competenza, voglia di bene comune e coerenza; anni che ci hanno portato ad avere un programma frutto si dei tanti atti delle commissioni competenti, ma anche della collaborazione con esperti dei vari settori e condiviso e votato dagli iscritti.
In questa esperienza ho potuto constatare purtroppo che malgrado l’Italia abbia bisogno di urgente sostegno e cure l’interesse primario dei partiti è ancora quello di tutelare i propri interessi e privilegi piuttosto che i cittadini ed il paese e che quindi oggi più che mai c’è bisogno di esempi positivi che ridiano fiducia nelle istituzioni, che è necessario alzare la testa e protestare contro le ingiustizie, che è necessario raccontare il nostro tempo senza timore e allo stesso tempo rivendicare i propri diritti.
Chi mi ha conosciuto in questi anni e mi ha seguito spero mi riconosca tanto impegno e lavoro, non tanto “social” o mediatico, ma guidato da senso di responsabilità e dalla dedizione che ho messo nel portare avanti con i colleghi e con l’aiuto dei tanti attivisti un’idea e un progetto di paese che si potrebbe concretizzare con le elezioni di marzo.

Esperienze politiche

Portavoce del M5S alla Camera dei Deputati eletta nel 2013, rieletta alla Camera nel 2018. Componente della commissione Agricoltura.

Curriculum attivista

Attivista dal 2010, prima con il meetup di Arezzo, dove ero presente nella lista per le amministrative del 2011, ho aperto poco dopo insieme ad altri attivisti il meetup a Cortona. In questi anni di attivista ma anche di portavoce ho cercato insieme all’aiuto dei gruppi del territorio ed a tutti quelli che ci hanno contattato ho partecipato e sostenuto numerose battaglie, i V-day, No TAV, la campagna refendaria in difesa dell’acqua pubblica e contro il nucleare,la raccolta firma zero privilegi, la raccolta firme contro la riforma della sanità toscana, le manifestazioni per il reddito di cittadinanza, insieme abbiamo cercato di dar voce ad associazioni e comitati e di dare risalto alle problematiche e situazioni poco chiare, le truffe ai cittadini, penso alla cooperativa La perla di Arezzo ma anche ai tanti truffati dal decreto salva banche, la gestione dei rifiuti scandalosa di ATO SUD portata alla luce dal lavoro attento degli attivisti delle province interessate, la battaglia dei comitati contro la riconversione dell’ex zuccherificio in centrale a biomasse ma in generale le tante altre battaglie a tutela dell’ambiente, della salute e del rispetto della dignità delle persone, tante vinte, tutte arrivate finalmente grazie al  movimento 5 stelle anche in parlamento,senza l’ipocrisia che ha contraddistinto i partiti nel sostenere certe solo battaglie in campagna elettorale dimenticandosene una volta varcata la soglia delle aule parlamentari.

Ho messo al primo posto l’impegno e l’umiltà e la correttezza verso le persone che mi hanno dato fiducia, cercando di essere sempre disponibile all’ascolto,  nel ruolo di portavoce di essere sempre presente ai lavori in aula e commissione che reputo fondamentali e per i quali mi sono impegnata affinché diventassero pubbliche le presenze dei deputati.
Ho rispettato l’impegno di restituire metà del mio stipendio e i rimborsi non spesi nel fondo che sostiene le piccole medie imprese, versando circa 190.000 euro che sono andati a finanziare oltre 6000 imprese in tutta l’Italia.